L’attentatore di Berlino ucciso a Milano, per puro caso


Notice: Undefined offset: 1 in /web/htdocs/www.stefanoborghesi.com/home/wp-includes/media.php on line 67
Anis Amri Berlino

Anis Amri Berlino

Fermato durante un controllo di routine, ha ingaggiato una sparatoria con due agenti; che l’hanno ucciso.


I tratti somatici e le impronte digitali confermano: è #Anis #Amri, il killer che ha colpito i mercatini di Natale a Berlino.

A questo punto è evidente che
1) I terroristi si nascondono tra i migranti (Anis era arrivato su un barcone nel 2011)
2) I terroristi possono girare indisturbati in mezzo all’Europa, fare attentati in una nazione e poi andarsene in giro
3) Anis è stato trovato per una pura coincidenza: la Polizia ha confermato che fosse un controllo di routine per le vie di Sesto San Giovanni
4) In Italia c’è una rete di terrorismo islamico ben radicata, che agisce senza che le forze dello Stato intervengano a dovere.

Servono MISURE DI SICUREZZA ADEGUATE per COMBATTERE IL TERRORISMO ISLAMICO!

Ma finché al governo c’è gente di questo tipo, siam proprio tranquilli..

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *